Cyber goth!!!

Pubblicato il da Debby emostilosa

cyberfashion7.jpgecco un nuovo stile di vita!!! Il cybergoth  si è  diffuso anche qui. il cybergoth è una vera e propria sottocultura che rivoluziona in modo energico ed eccessivo i termini di eleganza, stile e unicità. . Il concetto del cyberpunk è il rapporto tra uomo e macchina, un rapporto che si vorrebbe molto più avanzato e complesso di quello che c'è oggi tra un uomo e un computer. Chi ama il cyberpunk ama anche la tecnologia a discapito spesso di corrette scelte etiche: perché aspettare tre, quattro generazioni per avere un mondo fantascientifico, dove l'uomo può guidare auto volanti, mangiare un hamburger su Plutone o avere un clone come amante? L'amore per il futuro, la tecnologia e un modo di vivere più avventuroso e vario è quello che tiene uniti i milioni di fans del cyberpunk nel mondo.  Alla letteratura, si sono aggiunti con gli anni il cinema, l'estetica, la musica, con conseguente nascita di luoghi di ritrovo spesso davvero spettacolari.La musica cybergoth è la vera musa ispiratrice per il look aggressivo e affascinante di questi giovani. Nata come miscela di musica techno, elettronica e synth, col tempo ha subito numerose contaminazioni, allargandosi verso vari orizzonti restando sempre fedele alle proprie sonorità tecnologiche. Negli ultimi anni, la contaminazione più convincente è stata quella del gothic col noise da cui cybergoth. Musica ad alto contenuto meccanico, fatta di mixer e sintetizzatori a cui si uniscono sempre più spesso voci maschili o femminili, ritmi incalzanti e sperimentazioni selvagge, come quelle di Merzbow, mago giapponese della ricerca sonora. La industrial è certamente una delle musiche cybergoth più diffuse oggi anche in Italia.Ma qual è il look di questi giovani amanti di un cupo futurismo?
Innanzitutto le due parole chiave del look sono capelli e make-up. Un esempio al maschile può essere il dj giapponese Yoji Biomehanika, vero idolo delle notti olandesi e norvegesi a base di rave, mentre tra le modelle più gettonate ci sono le bellissime Robotika e Medical Machina, sponsorizzate dall'agenzia di moda inglese Living Dead Girls. A voler guardare indietro, negli anni Ottanta già la camaleontica Nina Hagen anticipava la moda, sia esteticamente che per i suoi contenuti musicali.Completato il proprio guardaroba, serve ora un posto dove sfoggiarlo e in Italia si direbbe cosa ardua. Fortunatamente invece i luoghi dove si ritrova la comunità cybergoth non mancano e godono anche di un discreto successo. Nella capitale è doveroso citare il Ritual, un club - evento che si sposta via via per i diversi locali della città e che raccoglie sempre una numerosa schiera di amanti dell'elettronica, dell'ebm e della industrial. Un pub a tema cyberpunk è invece Skorie Industriali, che sembra uscito dal film Tank Girl tanto è dettagliato nella sua catastrofica e apocalittica estetica.
A Milano i luoghi di culto sono lo Shelter Gothic Club e lo Zoe Club mentre in Olanda il più famoso evento è il Cyberia, organizzato da Cybergothic

 

dancing cyber goth!!!!

 

 

tutorial

 

 

Con tag musica

Commenta il post